Come possiamo aiutarti?

Trova rapidamente le risposte alle tue domande

Trova l'aiuto che stavi cercando!

Ultimi articoli inseriti

  • MINI GUIDE (HOW TO): Gecom/Lynfa Studio - GESTIONE COMUNICAZIONE LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA

    Riportiamo di seguito alcune informazioni su questo nuovo obbligo, mentre alla fine della pagina potete scarica la mini guida.

    Cenni normativi

    L’ art. 21-bis, DL n. 78/2010 prevede a decorrere dal 2017, l’obbligo dell’invio trimestrale dei dati delle liquidazioni periodiche IVA (mensili e trimestrali) per i soggetti passivi Iva.

    Il modello, denominato “Comunicazione Liquidazioni periodiche IVA”, va presentato all’ Agenzia delle Entrate esclusivamente in via telematica, direttamente dal contribuente o tramite un intermediario abilitato.

    Il modello approvato dall’Agenzia, si compone di un Frontespizio, contenente i dati generali e le sottoscrizioni e da un unico quadro, il quadro VP nel quale vanno indicati i dati delle singole liquidazioni periodiche.

    Scadenza di invio della comunicazione

    La comunicazione va inviata entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre; ad eccezione della comunicazione del secondo trimestre che va inviata entro il 16.09 e di quella relativa all’ultimo trimestre che va inviata entro il 28.02 (qualora il termine di presentazione della Comunicazione scada di sabato o in giorni festivi, lo stesso è prorogato al primo giorno feriale successivo).

    Il primo invio dell’anno 2017, quindi, riguarderà le liquidazioni di gennaio / febbraio / marzo e primo trimestre e dovrà essere effettuato entro il 31.05.2017.

    Soggetti tenuti all’invio della Comunicazione

    Sono tenuti all’invio della Comunicazione tutti i soggetti passivi dell’Iva, anche quelli residenti all’estero e operanti in Italia mediante rappresentante fiscale o identificazione diretta (ovviamente, costoro, per le sole operazioni effettuate nel nostro territorio).

    Soggetti esonerati dall’invio della Comunicazione

    Sono esonerati dall’invio di questa comunicazione i soggetti non obbligati alla presentazione della dichiarazione IVA annuale o all’effettuazione delle liquidazioni periodiche.

    A titolo esemplificativo, rientrano tra i soggetti non obbligati alla comunicazione, i contribuenti che non hanno effettuato operazioni nel 2017, sia attive che passive, e che non hanno crediti d’imposta da fruire; hanno effettuato solo operazioni esenti; sono contribuenti minimi; sono contribuenti a regime forfettario; sono in regime speciale ex L. 398/91; sono piccoli produttori agricoli che operano in territori diversi dalle zone montane.

    Modalità di invio della Comunicazione

    I dati delle liquidazioni periodiche possono essere trasmessi con:

    • un file in formato XML contenente i dati relativi alla Comunicazione del contribuente;
    • un file in formato compresso contenente 1 o più file sopra descritti (ZIP).

    Il file da inviare deve essere preventivamente firmato dal soggetto inviante tramite firma elettronica (qualificata o basata su certificati dell’Agenzia delle Entrate).

    Importante : L’invio tramite la nostra procedura avverrà attraverso la Console Telematica che invieremo entro la metà di maggio.

    Guida pratica all'utilizzo del programma 

    (fai il login e scarica il pdf dagli allegati qui sotto)

    La guida contiene tutti i passaggi da seguire:

    • Gestione Comunicazione
    • Impostazioni in ANADITTE
    • TABE24
    • PERSON17
    • LIQPER01 – Anno d’imposta modello
    • LIQPER02 – Trasferimento dati
    • LIQPER03 – Gestione modello
    • LIQPER08 – Stampa situazione dichiarazioni
    Leggi tutto

  • POST EVENTO: Corso Operativo Redditi 2017

    Ringraziando tutti per la partecipazione all'evento odierno, mettiamo a disposizione il materiale utilizzato per il corso.

    • Slide Comunicazioni Liquidazioni IVA
    • Slide Redditi 2017
    • Mini Guida Trasferimento Quadri

     


      

    Leggi tutto

  • HOW TO (Mini Guide): Gamma Evolution/Lynfa Azienda - GESTIONE COMUNICAZIONE LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA

    Riportiamo di seguito alcune informazioni su questo nuovo obbligo, mentre alla fine della pagina potete scarica la mini guida.

    Cenni normativi

    L’ art. 21-bis, DL n. 78/2010 prevede a decorrere dal 2017, l’obbligo dell’invio trimestrale dei dati delle liquidazioni periodiche IVA (mensili e trimestrali) per i soggetti passivi Iva.

    Il modello, denominato “Comunicazione Liquidazioni periodiche IVA”, va presentato all’ Agenzia delle Entrate esclusivamente in via telematica, direttamente dal contribuente o tramite un intermediario abilitato.

    Il modello approvato dall’Agenzia, si compone di un Frontespizio, contenente i dati generali e le sottoscrizioni e da un unico quadro, il quadro VP nel quale vanno indicati i dati delle singole liquidazioni periodiche.

    Scadenza di invio della comunicazione

    La comunicazione va inviata entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre; ad eccezione della comunicazione del secondo trimestre che va inviata entro il 16.09 e di quella relativa all’ultimo trimestre che va inviata entro il 28.02 (qualora il termine di presentazione della Comunicazione scada di sabato o in giorni festivi, lo stesso è prorogato al primo giorno feriale successivo).

    Il primo invio dell’anno 2017, quindi, riguarderà le liquidazioni di gennaio / febbraio / marzo e primo trimestre e dovrà essere effettuato entro il 31.05.2017.

    Soggetti tenuti all’invio della Comunicazione

    Sono tenuti all’invio della Comunicazione tutti i soggetti passivi dell’Iva, anche quelli residenti all’estero e operanti in Italia mediante rappresentante fiscale o identificazione diretta (ovviamente, costoro, per le sole operazioni effettuate nel nostro territorio).

    Soggetti esonerati dall’invio della Comunicazione

    Sono esonerati dall’invio di questa comunicazione i soggetti non obbligati alla presentazione della dichiarazione IVA annuale o all’effettuazione delle liquidazioni periodiche.

    A titolo esemplificativo, rientrano tra i soggetti non obbligati alla comunicazione, i contribuenti che non hanno effettuato operazioni nel 2017, sia attive che passive, e che non hanno crediti d’imposta da fruire; hanno effettuato solo operazioni esenti; sono contribuenti minimi; sono contribuenti a regime forfettario; sono in regime speciale ex L. 398/91; sono piccoli produttori agricoli che operano in territori diversi dalle zone montane.

    Modalità di invio della Comunicazione

    I dati delle liquidazioni periodiche possono essere trasmessi con:

    • un file in formato XML contenente i dati relativi alla Comunicazione del contribuente;
    • un file in formato compresso contenente 1 o più file sopra descritti (ZIP).

    Il file da inviare deve essere preventivamente firmato dal soggetto inviante tramite firma elettronica (qualificata o basata su certificati dell’Agenzia delle Entrate).

    Importante : L’invio tramite la nostra procedura avverrà attraverso la Console Telematica che invieremo entro la metà di maggio.

    Guida pratica all'utilizzo del programma 

    (fai il login e scarica il pdf dagli allegati qui sotto)

    La guida contiene tutti i passaggi da seguire:

    • Gestione Comunicazione
    • Impostazioni in ANADITTE
    • TABE24
    • PERSON17
    • LIQPER01 – Anno d’imposta modello
    • LIQPER02 – Trasferimento dati
    • LIQPER03 – Gestione modello
    • LIQPER08 – Stampa situazione dichiarazioni
    • LIQPER09 – Parametri importazione file
    • IMPILP17 – Importazione dati da file csv
    Leggi tutto

  • FAQ (GECOM/Lynfa Studio) - Come attivare la piattaforma Agyo e utilizzare la licenza Kit Adempimenti

    Abbiamo quindi richiesto ai responsabili del portale, la ripetizione della spedizione dei due messaggi, di cui le forniamo una breve descrizione.

    Cosa fare per attivare Agyo?

    Questo seguente è un esempio del primo messaggio che riceverete da noreply@agyo.io:


    Dovete cliccare sul link indicato dalla freccia e confermare l’account scegliendo una password.

    Dallo stesso mittente riceverete un secondo messaggio, di cui il seguente è un esempio:


    Le credenziali evidenziate dalla freccia, devono essere riportate nella Console Telematica, entrando nella Gestione anagrafiche, Gestione intermediari abilitati, selezionando l’intermediario, sezione ‘Connettore Agyo’, come da esempio seguente:


    Leggi tutto

  • FAQ (AGYO) - Come richiedere su AGYO le credenziali per la Console Telematica


    Aprite il browser di riferimento e portatevi sul sito: www.agyo.it




    Cliccate sul bottone ‘ACCEDI’ posizionato in alto a destra





    Inserite le vostre credenziali di accesso, consistenti nell’indirizzo email fornito per l’attivazione e la password con cui avete confermato l’utenza.





    Cliccare sul bottone ‘VAI AL PORTALE’ posizionato in basso a destra.





    Cliccate sul simbolo delle impostazioni (a forma di ingranaggio), posizionato a sinistra.





    Cliccate su GESTIONE APPLICATIVI in alto a destra





    Cliccate su AGGIUNGI NUOVO APPLICATIVO



    Cliccare sul campo ‘Descrizione’ ed inserire una descrizione come quella dell’esempio, spuntare la casella, la prima dall’alto di quelle disponibili e presenti nella lista, quindi cliccare su AGGIUNGI



    A questo punto vi verranno inviate le nuove credenziali, sull’indirizzo mail utilizzato per l’accesso.





    Riceverete quindi un messaggio, di cui il seguente è un esempio:





    Le credenziali evidenziate dalla freccia, devono essere riportate nella Console Telematica, entrando nella Gestione anagrafiche, Gestione intermediari abilitati, selezionando l’intermediario, sezione ‘Connettore Agyo’, come da esempio seguente:





    Consigliamo di utilizzare la funzione copia-incolla onde evitare errori di trascrizione, vista la lunghezza delle stringhe da riportare.



    Leggi tutto

  • VIDEO TUTORIAL (Alyante e Gamma) - Comunicazione Liquidazione Periodica IVA (Stampa e Agyo)

    Clicca qui di seguito su "Multimedia" per guardare il video. Leggi tutto

  • CONSIGLIO UTILE - Cos'è la scheda carburante e come essere in regola con l'Agenzia delle Entrate

    Scheda Carburante

    La scheda carburante 2017 chiamata anche carta carburanti, è stata introdotta dall’art. 2 della Legge n. 31 del 21 febbraio 1977, come documentazione attestante gli acquisti di carburante per autotrazione effettuati presso i distributori stradali, al fine di consentire la detrazione IVA e la deduzione fiscale del costo dal reddito di imprese e professionisti.

    Con le ultime novità introdotte dal decreto semplificazioni, la scheda carburante non è più obbligatoria se il pagamento viene documentato mediante moneta elettronica, ovvero, carta di credito, di debito o prepagata.

    Cos'è la scheda carburante?

    La scheda carburante è quel documento che serve per attestare i costi per i rifornimenti di benzina o diesel per autovetture. E’ necessaria per poter scaricare mensilmente o trimestralmente tali spese. La scheda carburante deve essere compilata minuziosamente ogni volta che fai rifornimento e presentata, poi, al tuo commercialista ogni mese o ogni tre mesi. La scheda carburante permette di dedurre il costo del carburante e di detrarre l’IVA pagata in base alle differenti percentuali dettate delle normative fiscali.

    Clicca qui per scaricare il modello fac simile di Scheda Carburante.

    Quali sono le percentuali di deduzione dei costi?

    • Deducibilità totale per società e ditte individuali, per autocarri pari o maggiori di 35 quintali e veicoli strumentali all’attività;
    • Deducibilità dell’80% per agenti e rappresentanti di commercio;
    • Deducibilità del 70% se il veicolo è affidato a un dipendente per la maggior parte del periodo di imposta;
    • Deducibilità del 20% per professionisti e ditte individuali, che utilizzano il veicolo in modo promiscuo.

    Quali sono le percentuali di detrazione dell’IVA?

    • 100% se il veicolo è un autocarro pari o maggiore a 35 quintali; per agenti e rappresentanti.
    • 40% se il veicolo è a uso promiscuo;
    • 40% se il veicolo è affidato per la maggior parte del periodo di imposta al dipendente.

    La scheda carburante va compilata in tutte le sue parti. In particolare devi indicare:

    • la ragione sociale, per le società; cognome e nome, per i professionisti;
    • la partita IVA;
    • il codice fiscale;
    • il domicilio fiscale;
    • il periodo di riferimento;
    • la marca e il modello dell’autovettura;
    • la targa o il telaio;
    • il numero dei km iniziali e finali del periodo e la loro differenza.
    E’ necessario, inoltre, indicare:
    • la data dei singoli rifornimenti;
    • la quantità e valore del carburante acquistato;
    • la firma e il timbro della stazione di servizio.

    È possibile scaricare la spesa anche senza scheda carburante?

    Sì, se il pagamento avviene per mezzo di carta di credito, di debito o prepagata. Quindi, la scheda carburante è necessaria, se si paga in contanti. Non è necessaria, se il pagamento è avvenuto con moneta elettronica. I due sistemi sono alternativi, quindi non possono essere adottati entrambi.

    Se non usi la scheda carburante:
    • La carta usata per pagare deve essere intestata al soggetto esercente l’attività economica;
    • Nell’estratto conto devono essere riportate la data, l’ammontare pagato e il distributore presso cui ti sei rifornito.

    Come funziona la registrazione IVA?

    Le annotazioni acquisti rifornimento effettuate da imprenditori, professionisti e aziende riportate sulla scheda carburante, vanno registrate sul registro IVA acquisti entro gli ordinari termini di registrazione delle fatture d’acquisto, ovvero, mensilmente o trimestralmente.

    Dalla registrazione IVA riferite alla scheda carburante deve risultare, obbligatoriamente:

    • numero progressivo di registrazione (protocollo delle fatture d’acquisto);
    • mese o trimestre a cui si riferisce la scheda carburante
    • imponibile e imposta, ottenuta tramite la procedura di scorporo.

    Se non ti è tutto chiaro, contattaci per email

    a r.voltolina@bellachioma.it e prenota un appuntamento*

    con un nostro consulente amministrativo/contabile.

    * Consulenza presso la vostra sede alla nostra tariffa standard di 65 €/ora.



    Leggi tutto

  • Mini Guide (Gamma Sprint/Enterprise e Alyante Start/Enterprise): GESTIONE COMUNICAZIONE DATI FATTURE

    Nella sezione allegati in fondo alla pagina è possibile scaricare la Guida Operativa per la procedura da seguire per la "COMUNICAZIONE DATI FATTURE".

    IMPORTANTE: è necessario fare il login per scaricare la guida.

    NORMATIVA "COMUNICAZIONE DATI FATTURE"

    Le modifiche normative apportate dalla legge 1° dicembre 2016, n. 225 ha variato la disciplina dello “spesometro” con una nuova “Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute” avente periodicità trimestrale anziché annuale.

    In questo primo anno di applicazione (2017) le scadenze saranno semestrali:

    • entro il 16/09/2017
    • entro febbraio 2018

    Dal 2018 gli invi saranno trimestrali in concomitanza delle Comunicazioni dati IVA.

    Il programma è sotto licenza d’uso “Kit adempimenti” quindi:
    • Gamma Sprint licenza 3569
    • Gamma Enterprise licenza 4069
    • Alyante Enterprise licenza 9099
    • Alyante Start licenza 8753

    Ancora non hai ordinato il "KIT ADEMPIMENTI" - CONTATTACI SUBITO!

    In cosa consiste la comunicazione dati fatture?

    In questa Comunicazione dati fatture occorre indicare tutte le operazioni rilevanti ai fini IVA:

    • Tutte le fatture emesse e note di variazione;
    • Tutte le fatture ricevute, comprese le bolle doganali, e le note di variazione;

    Invio telematico

    La Comunicazione dei dati fattura può essere fatta solo via telematica. I file .xml creati dovranno essere inviati:

    • o tramite i canali dell’Agenzia delle Entrate;
    • o tramite intermediario;
    • o in modo agevole tramite Agyo.

    Cos'è Agyo?

    Agyo, attivato nel momento in cui si acquista la licenza "Kit Adempimenti", è un connettore che offrirà la possibilità di gestire i file telematici:

    • Effettuando il controllo;
    • Applicando la firma digitale;
    • Inviando il file xml alla Pubblica Amministrazione;
    • Ottenendo la ricevuta del file inviato.

    SCARICA LA GUIDA OPERATIVA "COMUNICAZIONE DATI FATTURE"

    IMPORTANTE: è necessario fare il login per scaricare la guida.

    Leggi tutto

  • Mini Guide( Gecom Multi, Gamma Evolution e Lynfa): GESTIONE COMUNICAZIONE DATI FATTURE

    Nella sezione allegati in fondo alla pagina è possibile scaricare la Guida Operativa per la procedura da seguire per la "COMUNICAZIONE DATI FATTURE".

    In questa mini guida vedremo quali sono i passaggi da seguire al fine di ottenere una corretta compilazione della comunicazione dei dati fattura da gestire con il comando DATIFAT01.

    IMPORTANTE: è necessario fare il login per scaricare la guida.

    NORMATIVA "COMUNICAZIONE DATI FATTURE"

    Le modifiche normative apportate dalla legge 1° dicembre 2016, n. 225 ha variato la disciplina dello “spesometro” con una nuova “Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute” avente periodicità trimestrale anziché annuale.

    In questo primo anno di applicazione (2017) le scadenze saranno semestrali:

    • entro il 16/09/2017
    • entro febbraio 2018

    Dal 2018 gli invi saranno trimestrali in concomitanza delle Comunicazioni dati IVA.

    Il programma è sotto licenza d’uso “Kit adempimenti”.

    Ancora non hai ordinato il "KIT ADEMPIMENTI" - CONTATTACI SUBITO!

    In cosa consiste la comunicazione dati fatture?

    In questa Comunicazione dati fatture occorre indicare tutte le operazioni rilevanti ai fini IVA:

    • Tutte le fatture emesse e note di variazione;
    • Tutte le fatture ricevute, comprese le bolle doganali, e le note di variazione;

    Invio telematico

    La Comunicazione dei dati fattura può essere fatta solo via telematica. I file .xml creati dovranno essere inviati:

    • o tramite i canali dell’Agenzia delle Entrate;
    • o tramite intermediario;
    • o in modo agevole tramite Agyo.

    Cos'è Agyo?

    Agyo, attivato nel momento in cui si acquista la licenza "Kit Adempimenti", è un connettore che offrirà la possibilità di gestire i file telematici:

    • Effettuando il controllo;
    • Applicando la firma digitale;
    • Inviando il file xml alla Pubblica Amministrazione;
    • Ottenendo la ricevuta del file inviato.

    SCARICA LA GUIDA OPERATIVA "COMUNICAZIONE DATI FATTURE"

    IMPORTANTE: è necessario fare il login per scaricare la guida.

    Leggi tutto

  • ISCRIVITI ALL'EVENTO DELL'ANNO SULL'INNOVAZIONE DIGITALE - "Surf The Change Tour"

    La trasformazione digitale è appena cominciata e il bello deve ancora venire!

    Meglio non rimanere indietro, anzi meglio cavalcare il cambiamento.

    SEI NOSTRO OSPITE!

    Dedica una giornata al futuro del tuo business!

    ISCRIVITI SUBITO: la trasformazione digitale non aspetta.

    (La partecipazione all'evento è gratuita)

    Giovedì 12 OTTOBRE

    Tappa di San Benedetto del Tronto,

    In un posto bello, rilassante e soprendente

    come l'Hotel Casale

    a Colli del Tronto

    dalle 13.30 alle 20.00.


    Leggi tutto

Se hai qualche problema e non hai trovato la risposta per risolverlo, possiamo comunque aiutarti

Inviaci una segnalazione